Sorveglianza archeologica nel Padule di Fucecchio

Date:14 Feb, 2019

Skills:Archeologia Preventiva, scavo archeologico

Client:Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno

Sorveglianza archeologica nel Padule di Fucecchio

agosto-settembre 2018 // Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno

Sorveglianza archeologica ai lavori di scavo per la realizzazione del progetto “Misure e interventi per la salvaguardia e la tutela del Padule di Fucecchio”, che è finalizzato al miglioramento della gestione delle risorse idriche del Padule, tenendo conto delle esigenze dettate sia dalle particolari condizioni stagionali sia dalle diverse tipologie di utilizzo: agricoltura, tutela e valorizzazione della flora e della fauna, attività venatoria.
Il Padule di Fucecchio è la più grande area palustre interna della penisola italiana: ha un’estensione di circa 1800 ettari, è profondo non più di 3 m ed è situato nella Valdinievole, a sud dell’Appennino Pistoiese, fra il Montalbano e le Colline delle Cerbaie, diviso fra le Provincie di Pistoia e Firenze.

L’intervento archeologico è stato richiesto dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per monitorare il possibile rischio archeologico nell’area oggetto di scavi.

Nella prima fase, conclusa a settembre 2018, i lavori hanno interessato due sole aree: i sottobacini “Monaca-Righetti” e “Fabbronese”.

 

Il nostro sito utilizza strumenti di prime o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Leggi di più